testata per la stampa della pagina
condividi

Il Comune di Scicli si oppone alla sanzione per lo sforamento del patto di stabilità

N░1933 del 12/12/2016

Il Comune di Scicli non ci sta e ha deciso di
ricorrere al Tar del Lazio contro l'irrogazione della sanzione disposta dal
Direttore della Direzione centrale della Finanza locale per lo sforamento del
patto di stabilitÓ 2015.

In ragione di tale sanzione, il Comune vedrebbe
ridotti i trasferimenti statali in proprio favore di 581 mila euro, con grave
pregiudizio per le proprie finanze. Per tale ragione, la giunta Giannone, su
proposta dell'assessore Giorgio Vindigni, ha deciso di dare incarico al prof.
Avv. Antonio Barone, del Foro di Catania, di presentare ricorso al Tar del
Lazio contro la sanzione per lo sforamento del patto di stabilitÓ 2015.

Nel rispetto della annunciate prioritÓ gestionale della Giunta Giannone,
l'avvio della attivitÓ amministrativa si caratterizza con un atto di notevole
importanza per la ricaduta che pu˛ assumere sulla programmazione finanziaria
dell'Ente. Infatti, il recupero di circa 600.000,00 euro nel 2015 risulta di
fondamentale importanza per la garanzia dell'espletamento dei servizi
essenziali nel prosieguo dell'attivitÓ amministrativa. 

 
 
 

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Stampa
Giuseppe SavÓ
Palazzo Municipale (primo piano)
Via Francesco Mormina Penna
Tel. 0932 839247
g.sava@comune.scicli.rg.it

Comune di Scicli - Via Francesco Mormina Penna, 2 - 97018 Scicli (RG)
P.iva: 00080070881 - Tel. 0932-839111 - Fax 0932-841687 - protocollo@pec.comune.scicli.rg.it